Home / NEWS / Intervista: il M5S al ballottaggio cambia tutto
Intervista all’edizione di Polignano de “La Voce del Paese” sul microcredito, i vitalizi, la rendicontazione, le ultime amministrative e le questioni locali
Intervista all’edizione di Polignano de “La Voce del Paese” sul microcredito, i vitalizi, la rendicontazione, le ultime amministrative e le questioni locali

Intervista: il M5S al ballottaggio cambia tutto

1) Questa settimana avete invitato i politici locali a seguire il vostro esempio. E’ possibile visionare i vostri bonifici?

I nostri bonifici, come quelli di tutti i nostri colleghi del M5S, sono visionabili sul sito www.tirendiconto.it.

2) In caso di completamento del mandato, in futuro avrete diritto al vitalizio. Lo riscuoterete o restituirete anche quello?

Da questa Legislatura, ovvero la XVII, non esiste più il vitalizio, in stile Cicciolina o Lomelo per intenderci, per i parlamentari ma si è passati al sistema di calcolo della pensione in base ai contributi effettivamente versati come avviene per la generalità dei lavoratori. Per cui, noi non riceveremo nessun vitalizio. Ricordiamo anche che noi rinunceremo all’assegno di fine mandato e che il nostro gruppo ha già rinunciato a 42 milioni di euro di rimborsi elettorali e tutti noi parlamentari M5S ci dimezziamo gli stipendi che, insieme alla parte di rimborsi non utilizzata, vanno a finire in un fondo per il Microcredito atto a finanziare le piccole e medie imprese di cui ne hanno beneficiato già quattro imprese polignanesi. Il Sindaco Vitto ed il Presidente del Consiglio Pellegrini potrebbero copiarci e versare parte dei loro stipendi rispettivamente di 2.723,30 euro ed 1.497,80 euro sul fondo. Diverso discorso va fatto per il Vice Sindaco Lomelo che potrebbe tenersi i 1.225,50 euro circa di stipendio e versare sul fondo i 9.606,04 euro di vitalizio al mese che percepisce dal giugno 2010, ovvero dall’età di 56 anni e con appena 12 anni di ‘contributi’. Per facilitargli il compito gli riportiamo l’Iban IT61Z0100003245348018369300.

3) In alcuni comuni il M5S ha conquistato i ballottaggi. Sarà così anche a Polignano nel 2017? Non temete pure voi le armate brancaleone che si potrebbero presentarsi?

Lo speriamo. Il malcontento dei polignanesi nei confronti dell’operato dell’Amministrazione Vitto è eloquente e ci fa ben sperare. L’armata brancaleone credo faccia paura a tutti i polignanesi visto i continui fallimenti degli ultimi 20 anni.

4) Che ne pensate del “No” al bilancio del presidente Pellegrini? Dovrebbe dimettersi o restare al suo posto?

Di cosa vogliamo stupirci? Si sapeva dal 2012 che sarebbe finita così. Quando metti insieme tante liste solo per accaparrare i voti dei cittadini è ovvio che poi non riesci ad amministrare. È il peccato originale che li frega, ovvero l’accettare passivamente o in maniera interessata i meccanismi consolidati di una partitocrazia che nulla ha a che fare con la democrazia, anzi spesso ne diventa l’ostacolo.

 

La Voce del Paese - 17.06.2016

La Voce del Paese – 17.06.2016

 

5) E dei famosi sondaggi? Che ne pensate? Non siete così favoriti stando agli stessi. Il candidato 5 stelle, di cui si ignora il nome, sarebbe al 13,5%…

Nel 2012 ci dicevano che avremmo fatta una figuraccia ed invece facemmo un ottimo risultato. Il sondaggio servirà sicuramente a chi lo ha commissionato per comprendere come muoversi nei prossimi mesi e quali famiglie andare a catturare ed imbrigliare con qualche candidatura funzionale ad uno dei sistemi classici con cui i partiti ci prendono per i fondelli da sempre: ovvero il voto familistico. Francamente, come abbiamo ripetuto più e più volte, a noi i sondaggi non interessano. Quello che realmente conta è il lavoro svolto e, sinceramente, a Palazzo di Città da parte dell’Amministrazione di centrosinistra di lavoro ne vediamo ben poco. Del resto, non vi era mica bisogno di un sondaggio per certificare il malumore popolare sul fallimento su tutti i fronti della Giunta Vitto 1 e 2. Noi e gli attivisti continueremo a svolgere il quotidiano lavoro di opposizione extra-consiliare come sempre da anni a questa parte, facendo emergere tutte le mancanze, i bluff, le false promesse e le irregolarità con cui si contraddistingue l’operato di chi è alla guida (pro-tempore, è bene ricordarlo) del nostro amato e stupendo paese nonché a proporre soluzioni alternative ed innovative a beneficio dell’intera comunità.

6) Fareste mai una alleanza con i nuovi nascenti movimenti civici? Ad esempio con gli ‘innovattivi’?

Il M5S non fa alleanze con nessuno e questo credo lo sappiano ormai anche i muri. Non parliamo dei falsi movimenti o liste civiche civetta i cui ‘Deus ex machina’ sono i soliti vecchi politicanti che hanno contribuito al disastro del paese.

 

 

7) Quali sono le prossime iniziative a livello parlamentare e locale?

Gli italiani hanno un appuntamento importante per difendere la democrazia dall’attacco del PD ovvero il referendum costituzionale ad ottobre. Stiamo lavorando sia a livello nazionale che locale per fare informazione e dare ai cittadini tutti gli strumenti utili per poter fare una scelta consapevole. Sono in programma, inoltre, diverse iniziative sui temi più sentiti dai polignanesi ovvero gestione dei rifiuti o sanità.

Lascia un Commento