Home / ATTIVITA’ PARLAMENTARE / Enfiteusi: necessaria una conclusione risolutiva
Il testo di legge è stato la base dell’interlocuzione che ho aperto con il Ministero della Giustizia.

Enfiteusi: necessaria una conclusione risolutiva

Dopo aver sollevato la questione durante la scorsa Legislatura, ho presentato una proposta di legge con il collega Giovanni Luca Aresta (M5S) e dopo il confronto con il professor Iannarelli del Dipartimento di Diritto Privato dell’Università di Bari. Il testo di legge è stato la base dell’interlocuzione che, da Sottosegretario alle Politiche Agricole, ho aperto con il Ministero della Giustizia durante il Governo Conte II.

L’obiettivo che, di concerto con il Comitato No Enfiteusi, ci siamo posti è quello di superare l’empasse e il caos venutosi a creare in questi ultimi anni in cui il retaggio medioevale è tornato alla ribalta dopo decenni di dimenticatoio.

Ritengo che la politica debba trovare una soluzione condivisa, che possa contemplare le ragioni dei concedenti, ma al contempo dia importanza primaria e valore al ruolo che l’enfiteuta ha rivisto nei secoli nel rendere terreni, spesso pietrosi e poco appetibili, ora coltivabili e fiorenti.

È nostra intenzione, pertanto, riprendere le fila del ragionamento con il Ministero della Giustizia, competente in materia, per addivenire ad una conclusione risolutiva della questione enfiteusi.

Lascia un Commento

Contattami