Home / NEWS / Depuratore: dov’è la centralina dell’Arpa?!
Al depuratore di Polignano scompare e riappare la centralina per il monitoraggio dell’aria. Il M5S chiede spiegazioni all’Arpa
Al depuratore di Polignano scompare e riappare la centralina per il monitoraggio dell’aria. Il M5S chiede spiegazioni all’Arpa

Depuratore: dov’è la centralina dell’Arpa?!

La tanto annunciata ed agognata centralina per il monitoraggio dell’aria dell’ARPA Puglia, installata più di un mese fa nei pressi del depuratore, scompare da un giorno all’altro. Tramite la consigliera regionale Antonella Laricchia, abbiamo chiesto formalmente chiarimenti all’ARPA.

A seguito delle segnalazioni dei cittadini abbiamo chiesto ad ARPA che fine abbia fatto la centralina e tutti i dati finora raccolti qualora fosse mai entrata in funzione.
Sul sito ufficiale dell’ARPA, dove dovrebbero essere pubblicati i dati giornalieri di tutti i punti in cui vi è rilevamento della qualità dell’aria, Polignano è in effetti assente. Eppure era lì, proprio nei pressi delle vasche del depuratore che ha recato a residenti e turisti non pochi problemi negli ultimi anni.


La risposta di ARPA Puglia è giunta dopo circa una settimana: “la campagna di monitoraggio della qualità dell’aria con laboratorio mobile nel sito del depuratore AQP di Polignano a Mare (BA) è stata avviata il 2 luglio ed è tuttora in corso. I dati vengono validati giornalmente […] Al termine del monitoraggio, previsto per inizio agosto, verrà redatta una relazione di sintesi che sarà resa pubblica qui”.

Non del tutto soddisfatti, abbiamo chiesto ulteriori chiarimenti per capire se effettivamente la centralina sia stata rimossa e perché e dove esattamente sia ubicata ora. Sembrerebbe lato mare e non più lato strada dove era stata inizialmente collocata. Di sicuro, come gli stessi rappresentanti del Comitato SOS Depuratore sottolineano, avrà registrato i picchi di valori fuori norma in concomitanza dell’incendio del 15 luglio scorso. Attendiamo una risposta celere ed esaustiva da ARPA Puglia nell’attesa di vedere il primo report del monitoraggio che pretendiamo sia continuo nel tempo e non a termine come sembrerebbe presagire la risposta dell’Ente regionale.

 

Settimanale BLU - 24.02.2017

Settimanale BLU – 24.02.2017

Lascia un Commento