Home / NEWS / Xylella: mancano ancora le azioni concrete
Stanziati altri 5 milioni di euro per l’emergenza Xylella ma ciò non coincide con un piano d’azione. Mentre saranno gli agricoltori a pagare gli interventi
Stanziati altri 5 milioni di euro per l’emergenza Xylella ma ciò non coincide con un piano d’azione. Mentre saranno gli agricoltori a pagare gli interventi

Xylella: mancano ancora le azioni concrete

Con la dichiarazione dello stato di emergenza per la Xylella fastidiosa, si attende la nomina del commissario straordinario da parte del capo della protezione civile Franco Gabrielli. I fondi a disposizione saranno pari a 13,6 milioni di euro ripartiti tra fondo nazionale di solidarietà per gli interventi di maggiore urgenza (5 milioni), ministero delle Politiche Agricole (2,63 milioni) e Regione Puglia (5,98 milioni).

 

La Gazzetta del Mezzogiorno - Ed. Lecce - 12.02.2015

La Gazzetta del Mezzogiorno – Ed. Lecce – 12.02.2015

 

Ma nonostante la mia risoluzione sulla Xylella approvata lo scorso ottobre a Montecitorio, mancano ancora le misure da attuare.

 

 

Apprendiamo che per la problematica Xylella sia stato dichiarato lo stato di emergenza e siano stati stanziati altri 5 milioni di euro. Ciò che ci preoccupa, però, è il come saranno utilizzati questi ulteriori fondi dato che dei 6 milioni di euro stanziati in precedenza non si sa nulla né di chi li gestisca e né di come siano mai stati utilizzati. Siamo sconcertati dal modo pessimo in cui è stata condotta questa emergenza. Si parla ancora di interventi di monitoraggio che non sono mai stati completati. Cosa stanno aspettando la Regione Puglia e il Ministero dell’Agricoltura, che il fenomeno si espandi ed arrivi anche nel nord barese? Dov’è il piano di azione? Il comitato tecnico, tanto acclamato dal Ministro Martina, non si riunisce addirittura da novembre scorso e di quello regionale non si comprende ancora chi ne farà parte. Siamo in piena balia delle onde. Inoltre, ad indignarci è anche la richiesta fatta agli agricoltori, i quali saranno costretti a tirar fuori i soldi per gli eventuali interventi nei campi. Lo sa l’Assessore Nardoni che gli olivicoltori nel 2014 non hanno incassato il becco di un quattrino? Come faranno a pagare gli interventi? Tutto ciò è veramente vergognoso. La Puglia ha bisogno di un piano olivicolo regionale che rilanci ed elevi la nostra produzione di olio.

Commenti

  1. […] Xylella: mancano ancora le azioni concrete […]

  2. […] Dalle piazze d’Italia, la battaglia contro l’iniqua ed ingiusta imposta sui terreni agricoli ritorna a Montecitorio. In Commissione Finanze, infatti, è nuovamente scontro parlamentare sul decreto “Imu agricola” con la maggioranza guidata dal Partito Democratico e lo stesso Governo Renzi che hanno bocciato praticamente tutti gli emendamenti presentati dal Movimento 5 Stelle per una esenzione parziale o totale del balzello. La partita rimane aperta per quei terreni contaminati o per quelli colpiti da fitopatie come la Xyle… […]

  3. […] paesaggistici e non solo. Per questo, sento l’obbligo di permettermi di suggerire alcune “buone pratiche” ai nostri olivicoltori affinché si fronteggi il più possibile questa […]