Home / NEWS / Rifiuti: le audizioni dei comitati pugliesi
Dopo le audizioni dei comitati in Regione Puglia, il M5S critica le posizioni dell’Ass. Nicastro e l’emendamento di SEL per un’ATO unica
Dopo le audizioni dei comitati in Regione Puglia, il M5S critica le posizioni dell’Ass. Nicastro e l’emendamento di SEL per un’ATO unica

Rifiuti: le audizioni dei comitati pugliesi

Si sono tenute ieri mattina le audizioni dei comitati cittadini e dei sindaci di Conversano, Polignano e Mola da parte dell’Assessore Regionale Nicastro. Ma dopo le dichiarazioni rilasciate a margine dell’incontro, non posso trattenere il mio disappunto. Sono intervenuto sin dal maggio scorso sulla questione della megadiscarica Martucci di Conversano con una interrogazione che riceverà finalmente risposta dal Ministro Orlando domani, venerdì 13 settembre, in Commissione Ambiente alla Camera, dopo il pressing in Aula.

Sulla megadiscarica Martucci di Conversano ancora non si comprende cosa voglia fare Nicastro. Continua, imperterrito, a distinguere vecchio e nuovo sito, appellando quest’ultimo come tra i più all’avanguardia in Europa. Ha compreso che non esiste un vecchio e un nuovo sito ma che sono tutti adiacenti e collegati? Sembra quasi che non abbia mai messo piede in quella discarica e che non sappia di cosa parli. Lo invito a fare un sopralluogo nella discarica, accompagnato magari da chi in quei luoghi ha lavorato una vita e, a volte, ha anche rischiato di rimettercela. Qui non si tratta di voler chiudere la discarica per spostare il problema in un’altra città: si tratta di non perseguire più questo modello di gestione dei rifiuti. In discarica non dovrà arrivare più niente o quantitativi davvero minimi. Si può fare, anzi si deve! Il consiglio che possiamo dare ad un Assessore all’Ambiente che vuole davvero ricoprire quel ruolo è di leggere la Direttiva Europea 98/2008 prima di addormentarsi la sera, preferendola ai brani di “Alice nel paese delle meraviglie” con cui continua, purtroppo, a deliziarci.

Critiche giungono anche a Sinistra Ecologia e Libertà che ha presentato un emendamento per istituire un’ATO unica per tutta la Puglia. Per il bene di tutti i cittadini pugliesi speriamo vivamente che venga rigettata la scelta di SEL: una follia per un territorio eterogeneo come quello pugliese. Significherebbe consegnare la gestione integrata ad un’unica azienda. Ci sono questi tipi di aziende in Puglia? Semplicemente no, per cui il tutto sarà affidato ai soliti gruppi, come ad esempio quello Marcegaglia. In questo modo, inoltre, avremo uno spostamento di rifiuti da una parte all’altra della Regione. Tutto particolarmente assurdo e tutto il contrario di quello che indica la Strategia Rifiuti Zero, che ha ispirato la Direttiva Europea 98/2008.