Home / ATTIVITA’ PARLAMENTARE / Il resoconto dei 5 anni di lavoro in Parlamento
Intervista in esclusiva al settimanale locale BLU in merito al lavoro portato avanti in questi 5 anni in Parlamento a Montecitorio
Intervista in esclusiva al settimanale locale BLU in merito al lavoro portato avanti in questi 5 anni in Parlamento a Montecitorio

Il resoconto dei 5 anni di lavoro in Parlamento

Questi quasi 5 anni di lavoro in Parlamento sono stati molto intensi. Sono più di 200, al momento, gli atti che ho depositato tra proposte di legge, mozioni, interpellanze, risoluzioni e ordini del giorno a cui vanno sommati i tantissimi emendamenti presentati alle varie leggi discusse tra Aula e commissione. A tutto ciò, va aggiunto il lavoro svolto poi ogni fine settimana tra incontri pubblici, dibattiti, campagne elettorali varie e visite in aziende. Insomma, non ci siamo fermati un attimo.

CHE RICADUTE HA AVUTO PER POLIGNANO E PER I NOSTRI TERRITORI

Le ricadute sul territorio sono state tante, alcune più immediate ed altre che arriveranno tra qualche anno. Penso ad esempio all’approvazione della legge sulla coltivazione della canapa industriale che ha finalmente dato agli agricoltori la tranquillità di coltivare una pianta dalle qualità straordinarie. Aver dato la possibilità, infatti, di finanziare la realizzazione di impianti di trasformazione consentirà di avviare un volano economico non indifferente. Pensi che la canapa industriale viene utilizzata in tutti i settori: alimentare, tessile, edilizio, ecc. Per non parlare dei vantaggi dal punto di vista ambientale. Penso ad esempio alla costituzione di parte civile da parte del Ministero dell’Ambiente nel processo sulla megadiscarica Martucci che non sarebbe mai arrivata se non avessi presentato una serie di interrogazioni. Penso all’istituzione delle Commissioni Nazionali Uniche di filiera (CUN) per la rilevazione dei prezzi dei prodotti agricoli. Con l’approvazione, infatti, di una mia legge abbiamo cambiato una norma vecchia di 100 anni mandando in pensione il vecchio sistema delle borse merci. Tutto ciò porterà trasparenza nella costruzione del prezzo. Chi decide oggi il prezzo delle patate? O del grano? O di qualsiasi altro prodotto? Da domani grazie all’istituzione delle CUN si avrà il massimo della trasparenza riuscendo a ridare dignità ai produttori. Penso all’avvio del piano olivicolo che il Paese attendeva da 30 anni ottenuto grazie all’approvazione di una risoluzione in commissione. Penso all’approvazione di definizione e caratteristiche dei birrifici artigianali che ha consentito l’aumento esponenziale di questi ultimi e di giovani che hanno deciso di occuparsi in questo settore. Penso alla legge che entro dicembre sarà approvata alla Camera che consentirà al consumatore di comprare prodotti integrali reali e non fatti miscelando farina 00 alla crusca o cruschello. Per non parlare dei quasi 190.000 euro restituiti fino ad oggi al fondo di garanzia per le piccole medie imprese che ha consentito di finanziare ben 6 attività commerciali a Polignano e più di 6.000 in tutta Italia che hanno portato alla creazione di circa 14.000 nuovi posti di lavoro. Insomma, l’elenco sarebbe lungo.

IL FUTURO. VI RICANDIDATE? COME SARA’? PASSERETE DALLE PARLAMENTARIE O SARETE NUOVAMENTE RICANDIDATI AUTOMATICAMENTE.

Il bello del M5S è che non sei tu a candidarti ma sono i cittadini che ti candidano. A differenza dei partiti in cui i segretari nominano i propri candidati, e per questo che non vogliono introdurre le preferenze, nel M5S saranno tutti gli iscritti a decidere chi saranno i candidati. Lo abbiamo già fatto nel 2013 e lo rifaremo per le prossime elezioni.

 

Settimanale BLU - 20.10.2017

Settimanale BLU – 20.10.2017

 

Settimanale BLU - 20.10.2017

Settimanale BLU – 20.10.2017

 

Il Giornale - 09.01.2017

Il Giornale – 09.01.2017