Home / ATTIVITA’ PARLAMENTARE / Cronache Parlamentari – 18
La rubrica in esclusiva per il settimanale BLU di Polignano con il resoconto dell’Attività Parlamentare della settimana tra Roma e la Puglia
La rubrica in esclusiva per il settimanale BLU di Polignano con il resoconto dell’Attività Parlamentare della settimana tra Roma e la Puglia

Cronache Parlamentari – 18

La manifestazione di domenica scorsa è stato un importante appuntamento per la tutela di tutta la Terra di Bari. L’evento organizzato volutamente senza bandiere e denominato “Sì Combatto Xylella – Sì al paesaggio, sì alla produttività, sì alla scienza” si è tenuto a Monopoli con decine e decine di trattori che hanno sfilato in corteo per le strade cittadine sino all’arrivo in piazza Vittorio Emanuele per i diversi interventi dei tanti soggetti coinvolti: ricercatori universitari, mondo scientifico, agronomi, operatori culturali e turistici, agricoltori, vivaisti. Da tutti gli operatori è stata chiesta unità e comunione d’intenti: proprio per questo non un vessillo è stato esposto. L’obiettivo è quello di avere politiche chiare che possano finalmente fronteggiare questo batterio da quarantena che rischia di distruggere la produzione olivicola (e di tante altre specie arboree) nonché il paesaggio e la nostra storia.

Alla manifestazione hanno partecipato numerosi sindaci, tra cui quello di Polignano che, peraltro, ricopre la carica di Presidente Anci Puglia. La nostra consigliera Maria La Ghezza (M5S) lo ha invitato da tempo ad occuparsi della questione e attende da ben 8 mesi che venga discussa la sua mozione per l’istituzione dell’Ufficio Agricoltura che aiuterebbe concretamente a fronteggiare l’emergenza Xylella fastidiosa.

Il Governo Conte a livello nazionale ha dimostrato in appena 6 mesi di avere tutta l’intenzione di passare dalle parole ai fatti e lo ha fatto mettendo sul piatto 100 milioni di euro tramite il ministro Lezzi per finanziare il piano d’azione che il ministro Centinaio si appresta ad emanare. A livello regionale, invece, nulla si è mosso in tutti questi mesi se non lo stesso batterio da quarantena che ora è approdato alle porte di Polignano.

Al dimissionario assessore all’agricoltura Di Gioia, peraltro, sono giunte le richieste di deroghe che i vivaisti – vittime collaterali di questa emergenza – hanno potuto conoscere grazie all’incontro che ho organizzato, lo scorso novembre, con il direttore del Servizio Fitosanitario Centrale, Bruno Caio Faraglia, e Paolo Leoci, rappresentante dei vivaisti orticoli nonché anima della manifestazione tenutasi domenica a Monopoli. Grazie alle informazioni apprese in sede ministeriale, i vivai soprattutto orticoli potranno continuare ad operare in qualche modo ma se la Regione Puglia non si muove si rischia da un lato di vedere cancellati posti di lavoro e dall’altro perdere produzioni tipiche del nostro territorio, ad iniziare dai pomodori e dalle cime di rape, broccoli etc..

Intanto, prosegue il mio lavoro di confronto con le altre vittime dell’emergenza Xylella e delle gelate che hanno cancellato la produzione olivicola pugliese: i frantoiani. Stiamo elaborando misure per il sostegno di queste attività che sono state praticamente paralizzate nella stagione 2018-2019 e le cui prospettive per il futuro non sono di certo rosee.

Mentre nell’Aula di Montecitorio si discute la proposta del collega D’Uva (M5S) per la riforma delle leggi di iniziativa popolare (dal 1979 ad oggi solo tre approvate su 262 proposte), in Commissione Agricoltura alla Camera abbiamo audito i rappresentanti di Coldiretti per la proposta di legge del Presidente Gallinella (M5S) recante disposizioni per la semplificazione e l’accelerazione dei procedimenti amministrativi nelle materie dell’agricoltura e della pesca nonché delega al Governo per il riordino e la semplificazione della normativa in materia di pesca e acquacoltura. Una riforma attesa dal settore: basti pensare che si stimano 100 giorni sottratte ai campi e dedicati alla burocrazia per l’agricoltore italiano. Ed è giunto il momento del cambiamento anche qui!

Infine, mi preme ricordare sin da ora l’appuntamento che si terrà venerdì 25 gennaio alle ore 16 presso il Dipartimento di Biologia dell’Università degli Studi di Bari “Costa Ripagnola. Una bellezza senza tempo in Terra di Bari”, organizzato da “I Pastori della Costa”. Il comitato si propone l’istituzione della Riserva Naturale Regionale a nord di Polignano: habitat naturale intatto ed ultimo tratto di costa ancora autentico in terra di Bari, dovrebbe essere tutelato e valorizzato secondo metodi sostenibili. Al convegno parteciperà come relatrice anche Antonella Laricchia (M5S).

Foglie - 01.2019

Foglie – 01.2019

Foglie - 01.2019

Foglie – 01.2019

Per approfondimenti:

Polignanoweb