Home / NEWS / Agricoltura: Bruxelles boccia la Puglia sui PSR
Con un documento di 72 pagine e ben 640 osservazioni, la Commissione europea critica duramente il PSR 2014-2020 presentato ad ottobre dalla Regione Puglia
Con un documento di 72 pagine e ben 640 osservazioni, la Commissione europea critica duramente il PSR 2014-2020 presentato ad ottobre dalla Regione Puglia

Agricoltura: Bruxelles boccia la Puglia sui PSR

La Commissione europea ha sonoramente bocciato il PSR presentato dalla Puglia, richiedendo una serie di modifiche e mettendo in evidenza l’approssimazione con cui è stato realizzato. La Puglia, caso più unico che raro in Italia, nonostante possa contare su tre università pubbliche dove, in due di queste, sono presenti professori e ricercatori che si occupano di economia e politica agraria, non ha mai coinvolto il mondo scientifico ed accademico sia nelle attività di analisi sia di redazione del piano. I ritardi che ne conseguiranno saranno mostruosi, pari alla enorme entità dei fondi. Parliamo di oltre 1,6 miliardi di euro per i prossimi 7 anni!

Il documento con cui la Commissione europea rispedisce al mittente il Piano di sviluppo rurale 2014-2020 presentato ad ottobre dalla Regione Puglia presenta, in 72 pagine, ben 640 osservazioni e sottolinea numerose mancanze, anche grossolane.

Per i PSR 2014-2020, l’ammontare dei fondi a disposizione della Regione Puglia è pari a 1.637.881.000 euro di cui 990.918.000 forniti dal bilancio dell’Unione europea e 646.963.000 dall’Italia (452.874.100 dallo Stato e 194.088.900 dal cofinanziamento regionale).

 

 

Poi ci si chiede il perché dell’emergenza Xylella, si fanno appelli al ‘facciamo in fretta’ come l’europarlamentare De Castro o ci si stupisce dello stato di perenne crisi assistenzialistica in cui sono abbandonati i nostri agricoltori. Eppure, l’assessore all’agricoltura Nardoni rassicurava che era tutto in ordine e che sarebbero presto partiti i primi PSR. Quella che rappresenta una delle programmazioni cardine per l’economia pugliese è affidata al pressapochismo, all’incompetenza e quasi alla strafottenza di chi preferisce gestire per proprio conto piuttosto che unire le menti pugliesi a beneficio di tutta la popolazione della nostra Regione. Questo è il regalo che ci lascia la Giunta Vendola prima di andare definitivamente a casa: 1,6 miliardi di euro di possibili investimenti sospesi. Sarà nostra prerogativa, una volta in via Capruzzi cambiare drasticamente la gestione dei fondi comunitari.

 

Commenti

  1. […] Agricoltura: Bruxelles boccia la Puglia sui PSR […]

  2. […] Agricoltura: Bruxelles boccia la Puglia sui PSR […]

  3. […] Agricoltura: Bruxelles boccia la Puglia sui PSR […]

  4. […] giace ancora al palo il nuovo piano di sviluppo rurale 2014-2020, bocciato dalla Commissione europea lo scorso maggio e che mette a repentaglio 1,6 miliardi di euro […]

  5. […] la Regione Puglia raccoglie solo insuccessi sui fondi europei dedicati al comparto primario. Prima il mancato accoglimento da parte di Bruxelles della nuova programmazione PAC a maggio 2015, ora l’Anci che convince saggiamente l’Assessore Di Gioia a ripubblicare i bandi sui GAL […]